.:: Azienda Speciale in.form.a. ::.


 
 
 
 
 
 
 
 
Home > Brevetti e marchi > Il design

Il design

L’art. 31 c.p.i. definisce il disegno o modello come l’aspetto dell’intero prodotto o di una sua parte quale risulta, in particolare, dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale e/o dei materiali del prodotto stesso e/o del suo ornamento.

La registrazione, dunque, protegge l’aspetto esterno del prodotto, non occorrendo però che esso presenti una specifica gradevolezza estetica.

requisiti di accesso alla registrazione sono la novità, il carattere individuale e la liceità.
Un disegno o modello è nuovo se nessun disegno o modello identico è stato divulgato anteriormente alla data di presentazione della domanda di registrazione.
Il disegno o modello ha carattere individuale se l’impressione generale che suscita nell’utilizzatore informato differisce dall’impressione generale suscitata in tale utilizzatore da qualsiasi disegno o modello che sia stato divulgato prima della data di presentazione della domanda di registrazione.
Il disegno o modello non deve essere, infine, contrario all'ordine pubblico o al buon costume.

La registrazione dei modelli/disegni ha efficacia per 5 anni e può essere prorogata fino ad un massimo di 25 anni.

***************

Per ottenere in Italia la registrazione di un disegno/modello occorre presentare la seguente documentazione:

Domanda di registrazione per disegno/modello utilizzando uno denuovi moduli predisposti dall'UIBM.
La domanda va compilata in ogni sua parte, a macchina o a computer, e redatta in un originale e 2 copie (se si richiede copia conforme del verbale di deposito sono necessarie 3 copie). Se necessario, compilare il foglio aggiuntivo.
Le istruzioni complete per la compilazione della domanda per disegno/modello sono disponibili sul sito dell'UIBM.

Alla domanda devono essere allegati:  

  • I disegni o le foto del modello/disegno (1 copia)

I disegni dei modelli, che devono essere eseguiti su carta bianca resistente e non brillante, del formato di cm. 21 x 30, lasciando un margine di almeno 2 cm; i disegni devono essere eseguiti a regola d’arte e tracciati con inchiostro nero indelebile oppure stampati.
I disegni possono essere sostituiti da riproduzioni fotografiche o litografiche del modello o, nel caso di modelli bidimensionali, dai campioni.
Se il/i colore/i sono caratterizzanti del modello, la riproduzione deve essere eseguita nel/nei colore/i rivendicati. Le tavole dei disegni non debbono contenere alcuna dicitura, ad eccezione delle indicazioni necessarie per la loro comprensione ed eventualmente della scala adottata. I disegni devono essere firmati dal richiedente o dal suo mandatario.

  • Eventuale descrizione comprendente un breve riassunto, la descrizione vera e propria e le rivendicazioni (1 copia).

La descrizione deve essere allegata alla domanda, quando si ritiene utile per la realizzazione del modello/disegno e, quindi, per definire meglio le caratteristiche visibili che s’intendono rivendicare. Deve essere compilata in lingua italiana, scritta in modo indelebile a macchina a facciate alterne, numerate progressivamente, su carta semplice uso bollo, senza alcun’intestazione di ditta. Ogni foglio non deve contenere più di 25 linee di scrittura, lasciando un margine di cm. 3 alla sinistra del foglio e un adeguato margine agli altri lati del foglio, nonché uno spazio tra le linee tale da consentire correzioni interlineari.

La descrizione deve riportare nell’intestazione il TITOLO del modello identico a quello riportato nella domanda e deve essere formulato in modo che da esso risultino con chiarezza le caratteristiche e lo scopo del modello, se trattasi di deposito multiplo, cioè più modelli o più disegni, iniziare il titolo con Gruppo di n. (citare il numero di modelli o disegni da registrare) modelli/disegni:

DESCRIZIONE del modello/disegno avente per TITOLO: "………………………………………………………", a nome di …………………………………………residente in (o con sede in) ………………… Via…………………………………… n ... , di nazionalità…………………………………… depositata in data……………………………………………… con il n……………”.
Il TESTO deve ampliare quanto risulta dal titolo ed anticipare gli elementi fondamentali dei modelli o disegni che verranno successivamente illustrati nei dettagli e che rendono innovativo il modello proposto. Devono poi essere elencate le tavole, relative alla rappresentazione grafica del modello, in modo che devono essere numerate progressivamente: tav. 1 rappresenta il modello (numero…) in …… (ad es. sezione o pianta ecc.) - tav. 2 "...". Riferendosi alle tavole sopra elencate ed alle figure numerate, le cui parti sono contrassegnate da numeri o lettere di riferimento, descrivere il modello in modo sufficientemente chiaro e completo.

Il testo deve concludersi con una o più RIVENDICAZIONI: ciascuna rivendicazione deve essere riferita ad una caratteristica ornamentale innovativa ed essenziale del modello e/o disegno. Le rivendicazioni determinano la portata ed i limiti del brevetto richiesto. Ogni rivendicazione deve iniziare preferibilmente con l’enunciazione del titolo; ad esempio, per un modello dal titolo ”Poltrona con spalliera anatomica”
1) Poltrona con spalliera anatomica, caratterizzata ….;
2) Poltrona con spalliera anatomica, come a rivendicazione precedente, caratterizzata da…;
3) Poltrona con spalliera anatomica, come a rivendicazioni precendenti, caratterizzata da…
4) ...

  • Fotocopia del documento d'identità in corso di validità;
     
  • Ricevuta del pagamento dei diritti di segreteria versati sul conto corrente postale n. 338897 intestato alla Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Reggio Calabria:
    - € 40,00 per rilascio copia semplice del verbale di deposito oppure
    - € 43,00 ed una marca da bollo da euro 16,00 per rilascio della copia autentica
  • E' obbligatorio prendere visione dell’informativa sulla privacy e consegnare il modulo per ilConsenso al trattamento dei dati personali

  • Delega alla firma del verbale di deposito (in caso di deposito effettuato da soggetto diverso dal richiedente);
     
  • Lettera d’incarico, atto di procura o dichiarazione di riferimento a procura generale (eventuale, se è stato nominato un mandatario abilitato);
  • Designazione dell’inventore (eventuale);
  • Documento di priorità (eventuale).


Diritti di deposito 
Prima del deposito, non va effettuato alcun versamento a titolo ddiritti di deposito.
Infatti, al termine della presentazione della domanda effettuata presso la Camera di commercio, si riceverà una ricevuta ed il facsimile del modello F24 con importo da pagare e codici occorrenti per effettuare il versamento. Il richiedente dovrà inserire sull'F24 i dati anagrafici e provvedere al pagamento: la data di deposito della domanda decorrerà dalla data di effettivo pagamento.
Non è richiesta la consegna agli sportelli camerali del modulo F24 pagato.

Gli importi di pagamento sono dicati nella tabella riportatata al link >>>

La registrazione del disegno/modello dura 5 anni dalla data di deposito della domanda. E' possibile chiederne la proroga, per uno o più periodi di 5 anni, fino ad un massimo di 25 anni dalla data di presentazione della domanda di registrazione.
La proroga dev’essere richiesta anticipatamente, entro e non oltre l’ultimo giorno utile del mese corrispondente a quello in cui è stata depositata la domanda. Trascorso detto periodo la proroga è concessa nei sei mesi successivi con il pagamento del diritto di mora.  

***************

Si ricorda la possibilità di effettuare l'invio telematico della domanda di registrazione per disegno/modello, corredata della documentazione necessaria: il deposito telematico ha gli stessi effetti del deposito delle domande in formato cartaceo.
Per ulteriori approfondimenti >>>

***************

E' possibile, inoltre, la tutela del design a livello comunitario e/o internazionale.

 

Per ulteriori informazioni:
Angelica Pirrello - Responsabile Centro PATLIB
Via Campanella n. 12 - I piano, stanza 33
Tel. 0965 384.218
E-mail: informa.pirrello@rc.camcom.it

Data di pubblicazione: 26/11/2012 12:42
Data di aggiornamento: 19/12/2018 10:54

Su questo argomento

Classificazione di Locarno

Voci Collegate