.:: Azienda Speciale in.form.a. ::.


 
 
 
 
 
 
 
 

Gestione Rifiuti

Dal 25 dicembre 2010 (con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 288 del 10/12/2010 - Supplemento Ordinario n. 269) è entrato in vigore il D.Lgs. n. 205/2010 - Disposizioni di attuazione della Direttiva quadro sui rifiuti 2008/98/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 novembre 2008 - che modifica le regole da seguire per assicurare una corretta gestione dei rifiuti.

Con l'approvazione delle modifiche alla Parte Quarta del Codice dell'Ambiente (D. Lgs. 152/2006), cambiano le regole per la gestione dei rifiuti prodotti dalle imprese o dali enti oltre che le modalità di documentarne la produzione, il trasporto e il recupero. 

Accedendo al Portale Area-ambiente è possibile definire gli adempimenti ambientali obbligatori della propria impresa in funzione del tipo di attività svolta.


Albo Gestori Rifiuti

L'Albo Gestori Rifiuti è l'autorità competente presso la quale hanno l'obbligo di iscriversi le imprese che effettuano attività di raccolta e trasporto di rifiuti e che provvedono al loro smaltimento e recupero in conto terzi.

Da gennaio 2013 l'Albo Nazionale Gestori Ambientali ha messo a disposizione delle imprese un sistema per la trasmissione telematica delle domande e delle comunicazioni alle Sezioni di competenza. Questo sistema, denominato Agest Telematico, consente alle imprese di inviare le proprie domande e comunicazioni direttamente o tramite soggetti legittimati (es. studi di consulenza, associazioni di categoria, professionisti delegati, etc.). 

I vantaggi per le imprese derivanti dall'invio telematico delle domande e comunicazione dell'Albo Nazionale Gestori Ambientali sono:

  • l'abbattimento dei costi diretti (ex. diritti di segreteria) e indiretti dovuti agli spostamenti per la presentazione delle domande e per l'ottenimento di certificati e visure;
  • minori tempi di istruttiria e di riascio dei provvedimenti da parte delle Sezioni.

 

RAEE - Registro per le imprese prodruttivi di apparecchiature elettriche ed elettroniche

E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 05/11/2007 il Decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare 25 settembre 2007 n° 185, che istituisce il Registro Nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE).

E' considerato produttore e deve iscriversi al registro chiunque:

  • fabbrica e vende apparecchiature elettriche ed elettroniche recanti il suo marchio;
  • rivende con il proprio marchio apparecchiature prodotte da altri fornitori; il rivenditore non considerato "produttore" se l'apparecchiatura reca il marchio del produttore a norma del punto 1;
  • importa o immette per primo, nel territorio nazionale, apparecchiature elettriche ed elettroniche nell'ambito di un'attività professionale e ne opera la commercializzazione, anche mediante vendita a distanza;
  • chi produce apparecchiature elettriche ed elettroniche destinate esclusivamente all'esportazione: quest'ultimo considerato produttore solo ai fini dell'obbligo della progettazione dei prodotti e delle comunicazioni annuali e dell'iscrizione al registro dei produttori;
  • i sistemi collettivi o misti istituiti per il finanziamento della gestione dei Raee.

L'iscrizione dovrà avvenire esclusivamente per via telematica attraverso il sito del Registro AEE in cui è disponibile on line una guida, che fornisce informazioni utili ad individuare correttamente i soggetti tenuti all'iscrizione.

 

Per maggiori informazioni: 

dott. Carmine Zoccali

Tel.: 0965.384202 - Mail: informa.zoccali@rc.camcom.it

 

 

Data di pubblicazione: 19/11/2012 13:18
Data di aggiornamento: 02/05/2013 16:30
salone 2018